Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.
Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione e bloccare i Cookie, consulta la nostra Cookie Policy.

Diamante

DiamanteCaratteristiche:
È la pietra più nota e la sua storia è così antica da perdersi nella notte dei tempi.  Il suo nome deriva dal greco "Adamas", indomabile, si riferisce alla sua durezza che la distingue dalle altre gemme. Il diamante, infatti, scalfisce tutti i minerali e da nessuno è scalfito.
L'arte del taglio del Diamante ha una storia relativamente recente. Anticamente si usavano una sfaccettatura sommaria che migliorava appena la bellezza del pezzo (quello che più premeva era la conservazione del peso) al contrario oggi si considera la perfezione del taglio un requisito fondamentale della gemma. Fu il veneziano Peruzzi, verso la fine del 1600, l'ideatore del taglio a "Brillante triplo", sistema tanto superiore ai precedenti da rimanere in uso ancora oggi, salvo qualche modifica. L'operazione del taglio richiede grande esperienza e un lungo studio che consenta di individuare i piani di sfaldatura della pietra. L'abilità più ricercata del maestro lapidario consiste appunto nel riconoscere queste "vene" caratteristiche e di tenerne conto durante la molatura in modo che non avvengano rotture accidentali.
Durezza: 10

Storia:
Nell'antichità, i mercanti persiani portavano diamanti in Cina dove venivano usati per scolpire la giada e per tagliare e forare altre pietre. Grazie alla sua limpidezza e vivacità, il suo fascino è stato avvertito in ogni tempo e la sua fortuna non è mai tramontata. Ogni diamante ha una sua personalità, sia che si tratti dello "Scià" (uno dei pochi diamanti incisi che si conoscano) come del piccolo brillante donato come simbolo di amore eterno.

Provenienza:
Le zone di provenienza di maggiore importanza oggi sono: il Sud Africa e l'Africa Sud Occidentale. Mentre dalle antiche miniere indiane sono venuti tutti i diamanti più famosi, salvo il Cullinam e pochi altri, nel 1725 furono scoperti nuovi giacimenti in Brasile, poi nel 1866 il caso portò alla luce il primo dei diamanti del Sud Africa. Dopo pochi anni ebbe inizio la ricerca e lo sfruttamento sistematico di questi depositi che oggi forniscono più della metà della produzione mondiale.

Credenze:
Fra le tante credenze legate al diamante: troviamo chi lo si riteneva un rimedio efficace contro molte malattie, oppure, in polvere, un veleno potentissimo. In India veniva conservato religiosamente dagli sposi perché gli si attribuiva la proprietà di accrescere e rendere più duraturo l'amore. Risale ai tempi remoti la raffigurazione del Diamante come simbolo di forza e potenza per la sua durezza, di lealtà per la sua limpidezza.

Approfondimento:
Per conoscere approfonditamente i metodi d'osservazione, classificazione e valorizzazione del Diamante occorre conoscere le 4 C (le iniziali dei termini inglesi che ne determinano i parametri di valutazione):

C... Clarity
Spesso si parla di grado di purezza del Diamante, ma è più corretto parlare delle caratteristiche interne. Attraverso l'osservazione e la mappatura delle inclusioni (colore, numero, posizione) interne viene definito il giudizio. Le inclusioni possono essere parti di cristalli inglobate nel processo di cristallizzazione del Diamante, o disomogeneità di crescita o ancora inclusioni gassose o liquide. Dobbiamo ricordare che la genesi di un Diamante è conseguenza di un evento magmatico, dove le pressioni possono variare. Le inclusioni raccontano la storia della nascita di un Diamante. Il giudizio sulla purezza è frutto di un'attenta e scrupolosa osservazione del Diamante con la lente a 10 ingrandimenti. La sigla IF definisce un Diamante esente da inclusioni alla lente 10x, la sigla VVS1 definisce una very very small inclusion di livello 1, vedere questo tipo di inclusioni richiede molta attenzione anche da un analista esperto ed allenato.

C... Color
La scala del colore oggi più utilizzata è quella Americana che va dalla D alla Z. I Diamanti a partire dalla lettera M sono visibilmente colorati tendenti al giallo. La valutazione del colore viene fatta per comparazione con pietre di paragone (sempre Diamanti) appoggiati su un supporto bianco e illuminati con luce artificiale. I colori rosa, blu, azzurri, verdi del Diamante non vengono riferiti a questa scala di colore e si definiscono Fancy Color: oltre a essere di notevole bellezza sono anche pregiati e rari.

C... Carat
Il peso e la grandezza di un Diamante sono caratteristiche determinanti nella valutazione del prezzo in quanto gemme di notevoli dimensioni sono più rare delle piccole pezzature. L'unità di misura delle Gemme è il Carato che corrisponde ad 1/5 di grammo. I punti sono i centesimi di carato (es. un Diamante di ct.0,20 = punti 20)

C... Cut
Il Diamante è una materia con un alto potere disperdente, ovvero i raggi di luce che entrano nella gemma vengono scomposti nei vari colori dello spettro e captati dai nostri occhi come bagliori di luce scintillanti. Perché questo avvenga con il massimo risultato il taglio deve essere accurato e delle dovute proporzioni. Infatti, il taglio a Brillante è stato scientificamente studiato per esaltare al massimo le caratteristiche del Diamante ed è anche il più conosciuto. Numerosi sono i tagli: Brillante, Goccia, Marquise, Ovale, Cuore, Smeraldo, Princess, Carrè, Baguette, Radiant. Senza la sapiente tecnica del tagliatore il Diamante non avrebbe quel fascino che tutti gli riconosciamo.